, ma quali sono le fasi imprescindibili affinché funzioni?

Strategia di marketing: step e segreti per farla funzionare

Quali sono le fasi imprescindibili affinché funzioni?

Ti stai ancora domandando se vale la pena pensare a una strategia di marketing digitale per la tua azienda local?

Lascia che ti diamo qualche numero. Oggi:

4 consumatori su 5 utilizzano Google per fare una ricerca locale; il 50% delle piccole e medie imprese si è dotata di un sito web mentre, il 40% di loro ha individuato, nei social, una preziosa opportunità di conversione.

Creare una strategia di marketing digitale a supporto del tuo business, meglio ancora se integrato ad alcune attività di marketing offline, ti consentirà di distinguerti, e importi sul mercato, rispetto alle aziende che ancora non si sono affacciate all’online.

Ma come si costruisce una strategia di marketing digitale e quali sono gli step da seguire? 

Partiamo da zero: non c’è strategia senza un’analisi preliminare

Pensare a una strategia, senza aver eseguito preventivamente un’analisi del contesto in cui opera la tua azienda, è un po’ come costruire una casa, senza avere un terreno edificabile. Uno smottamento, anche minimo, e la casa crolla giù.

Quindi, come prima cosa, dovresti raccogliere tutti i dati aziendali e le informazioni utili sul contesto attuale e passato. Questo ti consentirà di analizzare la presenza dell’azienda all’interno del tuo stesso settore. La fase di raccolta e la conseguente fase di interpretazione dei dati ottenuti sono note come analisi SWOT, un acronimo che corrisponde, in inglese, ai concetti di forza, debolezze, opportunità e minacce della tua azienda.

Adesso, definisci il primario obiettivo della tua strategia di marketing

Non sempre la conversione corrisponde alla vendita. Può essere che la presenza online del tuo business abbia, come primario obiettivo, qualcosa di diverso. Prova a chiederti: cosa vuoi ottenere con la tua strategia di marketing digitale? Vuoi indirizzare il traffico verso il tuo sito web, vuoi generare lead o aumentare le vendite?

Come dovrà essere il tuo obiettivo?

  • Specifico, chiaro e definito
  • Realizzabile, proporzionale alle tue capacità
  • Misurabile, traducibile in metriche che avvalorino o meno i tuoi sforzi

Stabilisci la tua audience di riferimento

Definisci il tuo pubblico di destinazione.
“Perché dovrei? Io voglio vendere a tutti!” Ebbene no, cercare di piacere a tutti non ti porterà: anzi, sprecherai effort e risorse.
Identificare il tuo target, invece, ti aiuterà a personalizzare il messaggio e selezionare i canali giusti per raggiungerlo. Dovrai intercettarlo, colpire i suoi desideri latenti, convincerlo che hai la soluzione ai suoi bisogni.

Posiziona il budget nel punti nevralgici della strategia di marketing

Dove allocare il budget?

Si tratta di uno dei momenti decisionali più delicati della tua strategia.
Predisponi in modo ragionato le risorse economiche e definisci una spesa massima, in vista di risultati che potrebbero scaturire dall’investimento.

Gli elementi che devi tenere in considerazione per stabilire il budget sono:

  • Obiettivi da perseguire
  • Quantità e tipologia di prodotti/servizi da promuovere
  • Ampiezza del target di riferimento
  • Canali e media su cui operare
  • Quota di mercato e volumi di vendita
  • Margini di investimento
  • Competitor

Seppur ci siano diversi metodi per determinare il budget di una strategia, non esiste una formula esatta che possa darti la sicurezza che l’investimento sia quello ideale. C’è però un elemento positivo: i canali digitali consentono di analizzare i risultati in tempo reale e di modificare il budget, a seconda dell’andamento delle campagne pubblicitarie o delle tue esigenze.

Creazione e diffusione del messaggio in modo corrispondente al target

Il messaggio serve a posizionare il tuo prodotto/servizio nel mercato. Elaborare un messaggio efficace aiuta ad attirare l’utente, a convertirlo in cliente e a fidelizzarlo nel tempo. Cosa rende un messaggio efficace? Piuttosto che concentrarti sul prodotto, concentrati sulla soluzione che il tuo prodotto può dare all’utente.

Nella pratica, potresti iniziare rispondendo a queste semplici domande:

  • Come il tuo prodotto o servizio genera un beneficio o un vantaggio per il cliente?
  • Come soddisfa un suo bisogno o desiderio?
  • Come risolve un suo problema?
  • Come migliora la sua situazione?
  • Quali sono i punti di forza e le differenze rispetto alla concorrenza?
  • Quali sono i maggiori benefici che offri rispetto ai concorrenti?

Lascia parlare le metriche e procedi con l’ottimizzazione

Ricorri agli strumenti di Analytics per misurare il traffico del sito web, l’analisi dei social media per monitorare il coinvolgimento e i software di email marketing per monitorare le percentuali di apertura e di clic. Usa questi dati per ottimizzare e ottimizzare continuamente la tua strategia.

Ecco i principali indicatori di performance aziendali (KPI) che ogni azienda dovrebbe conoscere e tenere sempre in considerazione:

  • ROI > ritorno sull’investimento
  • ROAS > ritorno sulla spesa pubblicitaria
  • CAC > costo acquisizione cliente
  • AOV > valore acquisto medio
  • CR > tasso di conversione
  • CRR > frequenza di riacquisto
  • LTV > life time value o valore complessivo del cliente

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile!

SEI ALLA RICERCA DI UN PARTNER PER MIGLIORARE LA TUA PRESENZA ONLINE?

RICHIEDICI ORA LA TUA CONSULENZA CON PREVENTIVO GRATUITO DELLA TUA ATTIVITÀ
Articoli
ALTRI
Altri Articoli
Leggi i nostri casi studio e verifica di persona i numeri generati dal nostro metodo di lavoro! 🚀