Come essere leader secondo Seth Godin

concetto di leadership rappresentato da fogli ad aeroplano che seguono un foglio rosso

Indice dei contenuti

Le capacità di leadership sono tanto desiderate quanto discusse.

Il dizionario definisce la leadership come “la capacità di guidare un gruppo di persone o un’organizzazione” ma da nessuna parte esiste il manuale del perfetto leader perché sentiamo spesso dire che è una capacità innata e non si può imparare.

Seth Godin, uno fra i primi businessman americani a cogliere le grandissime potenzalità del marketing digitale e a sfruttarle per crescere, non la pensa esattamente così.
È sì convinto che spesso la leadership sia innata ma è anche convinto che la si possa coltivare.
Godin ha scritto molti libri su argomenti di marketing ed è considerato un guru del settore.

In questo articolo ci soffermiamo sul concetto di leadership e tribù da lui teorizzati nel libro “Tribù: il mondo ha bisogno di un leader come te” pubblicato nel 2008.

Esempio di leader all'interno di un'ufficio: una responsabile comunica notizie al suo team.

Differenza fra tribù e community

Prima di parlare di cosa significa essere un leader, Seth Godin si sofferma sul concetto di tribù.

La tribù è un gruppo che aspetta un leader per essere guidato.
Ma in che modo è diverso dalla community?

Le tribù sono persone che formano aggregazione per rimpiazzare strutture sociali ormai perse.
Prendiamo l’esempio dei collezionisti di auto d’epoca.
Si ritrovano per godere della loro passione insieme e si riconoscono in base al possesso di un’auto d’epoca.
La tribù è specifica ma per farne parte basta avere un’auto d’epoca di qualunque marca, può essere una Mercedes o una Fiat 500.

Le community invece la pensano diversamente.
All’interno delle community non ci si focalizza su una categoria di prodotto ma su marchi specifici – si dimostra lealtà assoluta al brand.
L’esempio più lampante sono i fanatici dei prodotti Apple che non passerebbero mai ad Android.

Una volta capito questo concetto, possiamo passare al punto successivo.

Concetto di tribù: un gruppo con una visione in comune che allungano le mani verso il centro del cerchio.

Differenza fra manager e leader

Per esprimere questi due concetti in italiano abbiamo scelto due termini inglesi.

Manager deriva da “to manage” che significa “gestire”.
Leader deriva da ” to lead” che significa “condurre”.

I manager gestiscono un processo che già conoscono e cercano di renderlo il più veloce ed efficiente possibile.
Allo stesso modo gestiscono anche un gruppo, coordinano le attività e l’organizzazione.

I leader invece creano cambiamenti e guidano un gruppo verso nuovi orizzonti.

I leader non hanno niente a che fare con lo status quo.
I manager sono lo status quo.

Seth Godin afferma che i leader creano nuovi movimenti dando alle tribù il potere di comunicare. Stabiliscono le fondamenta necessarie per connettere le persone piuttosto che spronare una tribù a seguirli.

Un leader è tale quando trova una tribù e:

  • trasforma l’interesse condiviso in un obiettivo alimentato dalla passione e in un desiderio di cambiamento;
  • fornisce strumenti alla tribù che permettono una maggiore comunicazione;
  • dà potere alla tribù affinché sia in grado di crescere e coinvolgere nuovi membri.
Essere manager o Leader? Esepio di team leader in riunione con il suo team. In quale modo si approccia al suo team?

Essere un leader: volere è potere

In 125 pagine Seth Godin insiste su un concetto fondamentale: chiunque, se ha il coraggio, può essere un leader.

“Coraggio” è proprio la parola principale di tutto il libro.

Come abbiamo visto, esercitare leadership vuol dire portare avanti un cambiamento e spesso la società è restia ai cambiamenti.
Ogni volta che si propongono strade nuove, in qualunque contesto, bisogna essere preparati a coloro che scuoteranno la testa e non capiranno il perché scombinare lo status quo sia importante.

Ciò che impedisce di essere leader è la paura delle critiche e di fallire.

Non esiste strada sicura, senza intoppi o con certezza assoluta di successo quando si va incontro a cambiamenti: il leader deve essere disposto a rischiare.

Solo nel momento in cui una persona abbandona la paura di fallire ed è pronto a trascinare le persone nella sua nuova visione delle cose, potrà essere chiamato leader.

Esempio di come essere un leader: persona che guida un gruppo su una collina.

5 azioni che i leader intraprendono per creare movimenti

Godin individua 5 azioni che un leader promuove quando incontra la sua tribù di riferimento e vuole portarla verso il cambiamento:

1. Pubblicare un manifesto

Non deve essere per forza stampato, non deve nemmeno essere scritto.
Il manifesto deve però esprimere un mantra o un motto che riassuma il nuovo modo di guardare al mondo. Serve per unire i membri della tribù e dar loro una struttura.

2. Facilitare il processo di interazione con i follower

Potrebbe essere un processo semplice come uno scambio di e-mail o più complesso come l’interazione sui social network, l’importante è far sentire alla tribù la tua presenza.

3. Facilitare il processo di interazione all’interno della tribù

Quando le persone sviluppano progetti insieme si forma una sorta di legame difficilmente replicabile in altre situazioni.
I leader lo sanno e si adoperano affinché la tribù interagisca il più possibile.
Il leader è una figura che non oscura mai nessuno all’interno del gruppo.

4. Rendersi conto che la tribù non esiste per far soldi

Il denaro ovviamente serve per permettere alla tribù di esistere ma il vero leader è mosso da ben altro: senza una visione dietro ciò che fa, non potrà dare la spinta carismatica che serve.

5. Tracciare i progressi

Il leader tiene pubblicamente traccia dei progressi e permette ai membri della tribù di intraprendere altre strade per contribuire all’avanzamento.


Dopo un viaggio nella leadership sei pronto a un
viaggio nella psicologia per scoprire i
6 principi fondamentali della persuasione per le tecniche di vendita?

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti aggiorneremo su news, guide e casi studio per migliorare il marketing della tua azienda, acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli attuali.

Potrebbero interessarti anche:

calamita che attira visitatori
Content Marketing

Come creare un Lead Magnet sempre attuale

Il Lead Magnet è un contenuto gratuito che si può trovare all’interno di un articolo o di un video e al quale è possibile accedere

Ragazza con calamita attrae cuori quindi consenso dal pubblico
Content Marketing

I Lead Magnet sono in via d’estinzione?

La Lead Generation al giorno d’oggi NON funziona più come un tempo. Anni fa catturare e convertire visitatori era abbastanza facile con i Lead Magnet

Un caso studio che ha generato più di 100.000€ di fatturato

Compila il form qui sotto, riceverai il nostro case study gratuitamente

Un team di esperti pronto ad aiutarti

Compila il form qui sotto: ti risponderemo entro 48h.

Puoi anche contattarci qui:

  • info@hanamisrl.com
  • 3398288696