Cos’è il Growth Hacking e come può aiutare le PMI

Cos’è il Growth Hacking e come può aiutare le PMI

Indice dei contenuti

L’espressione “Growth Hacking” si riferisce alle strategie di crescita che mettono insieme abilità informatiche, conoscenza del marketing, una mole di dati, diversi esperimenti e tanta perseveranza.
Partiamo dal significato del termine inglese:

Growth = crescita
Hacking = “pirateria” o “attacco”

Quindi Growth Hacking si può tradurre con “pirateria della crescita” o “attacco alla crescita”!
Infatti, spiegato in parole semplici è proprio questo, una scalata fulminea e costante verso la crescita partendo dai dati.

Growth Hacking con Hanami - businessman in vespa verso la crescita


Il Growth Hacking appare particolarmente interessante agli imprenditori di piccole e medie imprese perché, se fatto bene, con un investimento limitato può trasformare le sorti di un brand rapidamente con l’acquisizione di nuovi clienti o migliorando l’efficacia della strategia marketing.

Differenza fra Growth Hacking e Marketing tradizionale

Secondo il Growth Hacking, per scatenare la crescita esponenziale bisogna fare esperimenti su diversi canali digitali per penetrare a fondo nel meccanismo e comprendere come raggiungere i migliori risultati possibili.
È fondamentale svolgere questi esperimenti sui canali che portano i visitatori al tuo sito o al tuo prodotto specifico per scoprire cosa spinge (o trattiene) gli utenti a usare il prodotto regolarmente. Questo passaggio è fondamentale per stabilire una crescita a lungo termine.


Il marketing tradizionale è un cappello sotto il quale esistono le prime tecniche pubblicitarie come vendite via telefono, sviluppo della percezione di un brand, cartelloni pubblicitari, spot TV etc…
Il Growth Hacking è invece strettamente legato ai canali digitali e permette di analizzare la performance di un prodotto molto più velocemente e in maniera più esaustiva attraverso strumenti come: Google Ads, l’interfaccia utente, il web design, la partecipazione del pubblico sui social network e molto altro.
Su questi canali si possono condurre test diversi in diversi momenti per capire cosa attrae il pubblico e guidare il brand verso la crescita a una velocità impensabile con il marketing tradizionale.

Grafico_Esempio di crescita con Growth Hacking

I 7 principi chiave del Growth Hacking

1. Sperimentazione

Esistono moltissime piattaforme per l’analisi dei dati attraverso le quali comprendere la mente degli utenti.
I test A/B, destinati solo ad alcuni utenti, sono molto frequenti per provare funzionalità nuove di prodotti, sito web e pubblicità, così da capire in anticipo se ciò che noi consideriamo un cambiamento positivo sarà percepito alla stessa maniera dalla maggior parte degli utenti.

2. Ripetizione

Una strategia di successo richiede che gli esperimenti non siano svolti solo una volta bensì più e più volte. Il procedimento ideale è:
esperimento ➡️ responso ➡️ cambiare gli aspetti negativi ➡️ rinsaldare i punti di forza ➡️ testare nuovamente

3. Andare al massimo

Più sono gli esperimenti che si riescono ad effettuare, più saranno i dati a tua disposizione. Più dati riesci ad analizzare e più precise saranno le tue valutazioni per far crescere l’azienda.

4. Team interfunzionali

La crescita non dipende da una persona sola (il Growth Hacker) ma da un team che lavora insieme. L’unione fa la forza, per questo la strategia deve essere condivisa con le varie figure che si affacciano nel processo di crescita: chi si occupa di analizzare i dati, chi di sviluppare il prodotto e chi della pubblicità.

Grafico con cerchi incrociati che rappresentano le discipline che compongono il Growth Hacking_Hanami

5. Metrica di riferimento

Fra tutte le metriche misurate, ce ne deve essere una che più si avvicina al valore che gli utenti ricevono dal prodotto. Quella sarà la metrica di riferimento per la tua attività.
Il portale Airbnb, ad esempio, usa come metrica di riferimento il numero di notti prenotate perché dà valore sia agli ospitati che agli ospitanti.

6. Feedback degli utenti

I numeri sono importanti ma non dimentichiamoci di parlare con le persone! Bisogna chiedere agli utenti: cosa avete amato/odiato del prodotto? Cosa cambiereste?
Sia i feedback qualitativi che quantitativi sono estremamente utili, a volte la chiave di svolta si trova in una singola recensione.

7. Il momento della verità

Questo è il momento che ripaga dal duro lavoro, la parte finale del viaggio degli utenti: quando essi capiscono l’utilità del vostro prodotto/servizio e pensano “Ah! Mi piace e ne ho bisogno!”.
Questo momento si può raggiungere in diversi step, dipende dal tipo di prodotto che si vende. Ma sapremo che sarà accaduto perché è quando potremo chiamare il nostro contatto “cliente”, la cosiddetta conversione dei lead.

Come scalare verso la crescita con Hanami: i nostri servizi

SEO: Search Engine Optimization

Sai che al mondo vengono generati ogni giorno 2,5 quintilioni di byte? E le stime per il futuro dicono che ogni persona creerà 1,7 MB di dati al secondo!
Come farsi notare nella giungla di internet? La risposta sta in un acronimo: SEO.
La SEO comprende una serie di regole da seguire per compiacere i motori di ricerca e far trovare i contenuti dagli utenti.
Scopri di più sulla SEO!

CRO: Conversion rate optimization

A volte la visibilità di un sito web è molto alta eppure le vendite rimangono in calo. Come è possibile? Perché gli utenti visitano e poi non comprano?
Ottimizzare il tasso di conversione vuol dire proprio aumentare la percentuale di colore che da semplici visitatori si trasformano in clienti.
Scopri di più sul CRO!

SOCIAL ADVERTISING

Ah, si sa, i social network sono ormai indispensabili per la nostra vita privata e professionale. Ma, anche qui, sono super affollati! Esistono migliaia di pagine e influencer… Come farsi notare?
Noi sappiamo dove mettere le mani, andando a creare campagne pubblicitarie che porteranno risultati.
Scopri di più sul social advertising!

PPC: PAY-PER-CLICK

Il traffico organico (quello gratuito) ce lo porta la SEO ma se si vuole vincere in un mercato competitivo bisogna essere pronti a combattere a suon di click. La PPC è quella strategia che ti permette di comprare una parola chiave e pagare solo se il cliente clicca sull’annuncio.
Scopri di più sul PPC!

CONTENT MARKETING

Nel mondo di oggi, in cui scripta manent sempre perché ci facciamo tutti pubblicità online, è più che mai importante assicurarsi che i nostri contenuti siano sempre in linea con ciò che vogliamo trasmettere, con i valori e l’immagine che il brand rappresenta per gli utenti.
Scopri di più sul Content Marketing!

DIGITAL PR

Le Pubbliche Relazioni sono importanti dai tempi dei tempi: i contatti portano clienti e le community portano engagement. Il PR di oggi sa smuovere le masse sia offline che online.
Scopri di più sulla Digital PR!

VIDEO MARKETING

Avete sentito parlare della crescita esponenziale dei contenuti video su internet? Grazie a piattaforme come Vimeo, Instagram e TikTok, i video sono ormai super-apprezzati e fortemente voluti dal pubblico di internet. Ma costruirli non è una banalità: ci vuole un team dedicato.
Scopri di più sul Video Marketing!


Il mondo là fuori non aspetta,
costruisci una strategia di Growth Hacking per raggiungere velocemente i tuoi utenti!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti aggiorneremo su news, guide e casi studio per migliorare il marketing della tua azienda, acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli attuali.

Potrebbero interessarti anche:

Un caso studio che ha generato più di 100.000€ di fatturato

Compila il form qui sotto, riceverai il nostro case study gratuitamente

Un team di esperti pronto ad aiutarti

Compila il form qui sotto: ti risponderemo entro 48h.

Puoi anche contattarci qui: